Vetro camera: “Basso Emissivi”, “Gas Argon” e vetri “SELETTIVI o 4 S”

Quali sono i vetri più indicati per i serramenti?

La scelta dei serramenti con i relativi vetri è fondamentale per migliorare l’ambiente di vita privata e di lavoro, migliorando l’acustica, il riscaldamento e il raffrescamento.

Oggi nelle sostituzioni, si cambiano i serramenti con il vetro semplice o monolitico; questo tipo di vetro non consente di ottenere una adeguata protezione termica ed acustica.double-b vetrocamera

Oggi gli infissi prevedono di serie il cosiddetto “vetrocamera” o “doppio vetro”.

Il cosiddetto vetrocamera (o doppio vetro) è costituito da due o più lastre di vetro tra cui viene interposto un telaio in alluminio di spessore variabile tra i 6 e i 22 mm.

Le lastre vengono giuntate tramite una canalina con un’apposita colla, per poi farle aderire con una speciale pressa in grado di creare una camera d’aria stagna tra i due vetri. Per sigillarlo definitivamente, intorno al vetro viene infine applicata una sostanza bi-componente che consente di aumentare l’isolamento termico e acustico dei serramenti.

GAS ARGON e trattamento BASSO EMISSIVO:

double-b trattamento basso emissivo

 

Per incrementare ulteriormente i valori di isolamento termico del vetrocamera, si sostituisce l’aria presente tra i due vetri col gas ARGON che rispetto all’aria, è caratterizzato da un minore coefficiente di scambio termico migliorando in maniera sensibile le prestazioni termiche del vetro!
L’isolamento termico può essere ulteriormente migliorato utilizzando una canalina a bordo caldo e con lastra interna con trattamento Basso Emissivo.

Il trattamento Basso emissivo consiste in un processo che permette la formazione sulla superficie delle lastre di depositi o ossidi di metallo. Questo tipo di trattamento consente di trattenere fino al 90% del calore di un locale, evitando così la dispersione energetica.

Esiste un vetro che offre ulteriori prestazioni rispetto al “semplice” vetro basso emissivo ed è il vetro “SELETTIVO o 4S (4 stagioni)”.

Questo vetro è molto richiesto oggi perché assolve al duplice compito di salvaguardare la perdita di calore durante l’inverno e di filtrare i raggi solari durante il periodo estivo salvaguardando il benessere abitativo della climatizzazione estiva; abbinato all’utilizzo del GAS ARGON questo tipo di soluzione esprime valori termici eccezionali per le “4 stagioni”.

Vetro a controllo solare “selettivo” o “4S”

Ecco perché si chiamano “vetri selettivi”, pur lasciando passare una grande quantità di luce naturale (raggi “visibili”) esercitano un’azione “schermante” dei raggi invisibili (UV e infrarossi).

In questo modo, oltre ad un notevole risparmio di energia, gli ambienti interni non perdono in luminosità e si mantengono molto più freschi rispetto all’impiego di un vetro normale.

Fanno passare la luce solare e contestualmente riflettono all’esterno gran parte del calore solare. Tutto questo grazie a degli strati invisibili di alcuni materiali, che fanno passare la luce e contemporaneamente ne respingono il calore.